Tu sei qui

L'attrice Anna Mazzamauro apre la mezza stagione teatrale di Costigliole d'Asti

  • L'attrice Anna Mazzamauro apre la mezza stagione teatrale di Costigliole d'Asti.

Anticipando le imminenti festività, a Costigliole d’Asti  la Mezza Stagione teatrale inizia col botto. Sabato 10 dicembre l’appuntamento è al Teatro Comunale di via Roma alle ore 21 con lo spettacolo “Nuda e Cruda” di e con la notissima attrice Anna Mazzamauro, che sarà accompagnata da Sasà Calabrese al pianoforte e alla chitarra. Sarà questa la prima di una serie di proposte teatrali cha hanno la direzione artistica del Teatro degli Acerbi e che rappresentano la 14esima edizione di un evento di successo, voluto dal Comune di Costigliole d’Asti, sostenuto dalla Fondazione Piemonte Dal Vivo e dalle Fondazioni CRAsti e CRT, oltre a numerose aziende del territorio.

Dopo i tanti successi, Anna Mazzamauro torna in scena con questo spettacolo dove esorta il pubblico a spogliarsi dei ricordi cattivi, degli amori sbagliati, dei tabù del sesso, a liberarsi dalla paura della vecchiaia, ad esibire la propria diversità attraverso risate purificatrici. Uno spettacolo sagace e liberatorio, insolente e mite, audace e timido, ridanciano e impegnato che trova nei vari dislivelli emotivi l’energia teatrale e coinvolgente per magnetizzare il pubblico e condurlo all’interno dello spettacolo e all’interno di sé stesso senza filtri inibitori, senza ombre protettrici. È una confessione pubblica, questa, in cui la protagonista si spoglia interiormente dei complessi, butta via la maschera, si prende in giro (perché l’autoironia è l’unica medicina), si libera di tutti quei pregiudizi borghesi ricevuti, da cui noi, ipocritamente, pensiamo di essere liberi e che invece, proprio a causa della loro sotterranea presenza, rendono questa confessione così forte, dura.

Lo spettacolo sarà anticipato da un altro breve evento della rassegna “Pillole di danza”: protagoniste la danza e le coreografie di Simone Zambelli nel recital “Non ricordo”, un lavoro che vuole semplicemente ricordarci quanto sia bello ricordare, sorridere, emozionarci attraverso immagini e metafore che ci uniscono allo stesso unico filo conduttore, la vita. La Danza, in questo caso, è il miglior modo per poter riconciliare il presente ed il passato, in cui il punto d’arrivo è anche il punto di partenza, attraverso l’uso di un linguaggio universale, ossia il corpo.

A seguire dopoteatro nella sottostante Cantina dei Vini comunale.
Info e prenotazioni: tel. 339/2532921 - info@teatrodegliacerbi.it - www.teatrodegliacerbi.it - Comune di Costigliole d' Asti tel. 0141962210 - www.comune.costigliole.at.it.